VITERBO – “Il Consiglio Direttivo del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Viterbo, attraverso la propria Commissione Catasto, sta promuovendo una serie di proposte finalizzate a mettere a conoscenza la collettività dell’iniziativa di verifica svolta dall’Agenzia delle Entrate in merito al mancato censimento al Nuovo Catasto Edilizio Urbano dei Fabbricati Rurali.

Come ormai noto, infatti, l’artico 13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 ai commi 14 ter e 14 quater ha stabilito l’obbligo di dichiarare al Catasto Edilizio Urbano, entro il 30 novembre 2012, i fabbricati rurali censiti al Catasto Terreni. A tal proposito l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che nel corso di questo anno ha avviato una verifica a tappeto relativamente ai suddetti immobili e che, là dove necessario, avvierà il previsto iter relativo all’aggiornamento catastale in sostituzione del soggetto inadempiente applicando, successivamente, le sanzioni previste dalla legge che prevede per il mancato accatastamento multe comprese tra un minimo di € 1.032,00 ed un massimo di € 8.264,00.

Nel caso in cui il possessore proceda autonomamente all’accatastamento, potrà beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni previste che si riducono ad 1/6 dell’importo minimo sopra indicato.

A tal proposito il Collegio dei Geometri di Viterbo, di concerto con l’Agenzia delle Entrate, ha indetto per il Giorno 9 Marzo 2017 un Seminario Formativo per i propri iscritti dal titolo “Geometri ed Agenzia delle Entrate…un lavoro di squadra” al quale parteciperanno Dirigenti e Tecnici Regionali e Provinciali dell’Agenzia delle Entrate e che tratterà principalmente questo argomento con l’intento di informare e formare i tecnici sulle modalità operative per affrontare questa problematica”.

Per il Presidente
Ciucci Geom. Giuseppe
(Commissione Catasto)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email