VITERBO – Più di cento ragazzi in scena giovedì 1 giugno alle ore 18 nell’affascinante cornice del teatro romano di Ferento, per raccontare la bella favola di Oscar Wilde “Il gigante egoista”, nella versione ideata e scritta da Gianluca Zappa.

Un misto tra l’opera teatrale e il musical che vedrà impegnati gli studenti della scuola paritaria Santa Maria del Paradiso, secondo una tradizione che dura ormai da almeno vent’anni. Le parti dei personaggi principali sono, come sempre, affidate agli studenti che durante l’anno scolastico sono stati assidui nel frequentare il laboratorio teatrale, ma anche tutti gli altri, impegnati in scene e coreografie, potranno essere protagonisti di questo spettacolo che diventa anche una festa di fine anno.

La fiaba di Wilde è un piccolo miracolo di leggerezza e tenerezza. Un gigante egoista e senza cuore caccia i bambini dal suo giardino, si circonda di un muro, ma resta sconfitto, solo e perseguitato dall’inverno che devasta il suo giardino. Sarà un gesto di carità nei confronti di un misterioso bambino a produrre il prodigio di una rinascita e di un cambiamento. e quel bambino, alla fine della storia, svelerà, mostrando le ferite alle mani e ai piedi, di essere Gesù stesso.

La scuola Santa Maria del Paradiso ringrazia i volontari dell’associazione Archeotuscia e la ditta Provideo per la loro collaborazione. assistenti alla regia Francesco Zappa e Andrea Certini. coreografie di Tiziana Frezza e Patrizia Bonifazi.