“L’Ance Viterbo ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro la Soprintendenza archeologica per la dichiarazione di notevole interesse pubblico dell’area di circa 1600 ettari ricadenti sul Comune di Viterbo”. Lo dichiara Andrea Belli, presidente Ance Viterbo. “Nel ricorso che…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteBagnoregio, torna la festa delle Cantine ‘Profumi d’Autunno’
Articolo successivo‘Cammina con noi’, torna l’iniziativa dell’associazione Beatrice per le vie del centro di Viterbo