“Unindustria aderisce con molta convinzione alla manifestazione per dire no alla mafia promossa dai sindacati Cgil, Cisl e Uil di Viterbo, che si svolgerà il prossimo 15 febbraio – dichiara Stefania Palamides, Presidente Unindustria Viterbo – Il nostro sostegno nasce dalla consapevolezza che un’economia forte e sana possa crescere, diventando sempre più competitiva, solo attraverso il pieno e totale rispetto delle leggi. Siamo altresì convinti che Viterbo e il suo territorio abbiano già in sé gli anticorpi per contrastare questo fenomeno criminale.

Per Unindustria l’etica e la legalità sono un presupposto essenziale per far crescere il sistema produttivo di qualsiasi territorio. La nostra Associazione, infatti, è da sempre fortemente impegnata a combattere la criminalità organizzata in tutte le sue forme perché questa rappresenta un male da estirpare con molta durezza. La mafia è il freno più insidioso per la crescita non solo sociale e civile del Paese, ma è anche un limite enorme per tutte le aziende sane, che vogliono fare impresa”.