Il 16 settembre 2017 l’ANGSA LAZIO ONLUS costituisce una sezione nella provincia di Viterbo, per iniziare a dare risposte più da vicino alle realtà territoriali, grazie all’impegno di due mamme, molto attive e propositive, che in pochi mesi sono riuscite a farsi riconoscere come riferimento sul territorio viterbese per le “famiglie autistiche”: SARA BRUZZICHINI, referente area infantile, PAOLA LANCHI referente area adulti.

La sezione si è avvale anche del supporto volontario della dr.ssa ELISA VERUSCHI per l’area psicologica-riabilitativa. La presentazione ufficiale della neonata Angsa Lazio Sezione di Viterbo è avvenuta il 27 ottobre 2017 durante un convegno che si è svolto a Viterbo.

La ASL territoriale ha stimolato e sostenuto la nascita della realtà dell’Angsa Lazio sul territorio per poter avere un interlocutore ‘locale’ con il quale progettare il futuro delle persone nello spettro della città e provincia.

L’esigenza più urgente era quella di realizzare uno spazio attrezzato con professionisti formati, che potesse fungere da luogo di riferimento, di accoglienza e di incontro per le persone nello Spettro dell’Autismo e le loro famiglie.

E grazie all’Assessore alle politiche sociali del precedente Consiglio Comunale, la dott.ssa Alessandra Troncarelli (attuale Assessore omologo della Regione Lazio) è stato possibile dopo l’assegnazione di una sede in Via Carlo Cattaneo, inaugurata a fine marzo 2018.

Durante questo primo anno di ANGSA LAZIO SEZIONE DI VITERBO si sono svolti due corsi di In-formazione presso le scuole Orioli ed Ellera.

Sono stati organizzati spazi di incontro per genitori e famigliari, all’inizio presso le parrocchie del Sacro Cuore e della Verità poi successivamente presso la sede. E’ stato anche realizzato un corso di formazione per educatori, ospitati da Don Flavio, il parroco del Sacro Cuore.

Una esperienza di cui l’associazione è molto orgogliosa è l’essere riuscita ad attuare all’interno di un asilo nido, la struttura di Santa Barbara, un importante progetto pilota per l’assistenza educativa specializzata e l’inclusione scolastica, dei piccoli individuati a rischio di sviluppo per disturbo dello spettro autistico.

I bambini e le famiglie supportate con incontri periodici hanno riportato benefici da questa realtà progettuale e proprio per questo il nuovo Assessore al sociale del Comune di Viterbo, Antonella Sberna, il servizio di neuropsichiatria infantile della ASL, nelle figure del dott. Marcelli Marco Direttore UOC di neuropsichiatria infantile e il dott. Di Gemma Vincenzo, referente del centro di riferimento per i disturbi dello spettro autistico a Viterbo, hanno appoggiato la realizzazione del progetto anche per il nuovo anno scolastico.

Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla crescita della nostra associazione sul territorio.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email