Il coreografo e chef Andrea Cagnetti ha concepito il Centro d’Arte Me per essere il luogo in cui fosse possibile godere del buono e del bello. Nelle vesti di ristorante e centro d’arte nato tre anni fa, vanta già presenze di illustri artisti come Ambrogio Sparagna e la sua Orchestra Popolare Italiana, le pitture di Loris Liberatori, Paolo Damiani, Gregor Curten, Nina Eaton. Il rapper filosofico Murubuto. Il direttore d’orchestra M° Simone Genuini. Oltre alle installazioni coreografiche dello stesso Andrea Cagnetti, che con la sua creatività e sensibilità offre di continuo un calendario di eventi originali e di spessore artistico.

“La trasformazione in associazione culturale e l’affiliazione all’ARCI di Viterbo, mi entusiasma! Nel percorso, seppur gratificante, di questi primi tre anni, ho vissuto una costante insoddisfazione che non riuscivo a giustificare, fino a quando mi sono reso conto di non essere tagliato per fare il commerciante, e neanche mi piace: ripongo i miei valori in altro. Sono appassionato dal vivere! Mi piace vivere e condividere con gli altri la bellezza della natura, la bellezza dell’arte, la sensibilità umana. La bontà e la creatività in cucina. Sento forte il dovere di promuovere le piccole aziende che lavorano pensando esclusivamente alla qualità dei prodotti. Ho voluto dare un segnale importante già dalla fondazione del Centro d’Arte Me. Sono nove i soci fondatori, un gruppo riccamente eterogeneo. Al fianco della mia presidenza una giovanissima artista di Oriolo: Claudia Locatelli. Estro indiscusso nel gusto e nel campo della moda, ottima interlocutrice per le mie elaborazioni creative.”

Andrea Cagnetti ci spiega il perché di questa trasformazione come per un abito che sente di indossare meglio. Come per una naturale e autentica evoluzione della associzione culturale ARSmovendi che lo ha visto eccellere nella coreografia dal 1999 al 2009.

L’intento di questa nuova associazione è quello di valorizzare il territorio e di incontrare giovani talentuosi per consentire loro un proprio arricchimento e di poter usufruire di una vetrina prestigiosa. Gli eventi, come lo sono stati fino ad ora, non sono mai scontati. Ogni concept è arricchito da un processo creativo che rende l’evento esperienza, unica e divertente. La semplice presentazione di un libro si trasforma in performance, menu elaborato e caratterizzato sulla base dell’identità dell’autore e del suo pensiero scritto. La musica, la visual art e per finire una nuova frontiera! La Social Art. Un nuovo modo di fare comunicazione divertendo e trasponendo la sensibilità e la creatività artistica nel web, nella immensa rete dei social.

Oltre al poter cucinare per i soci ARCI, questa nuova identità consente ad Andrea di portare i soci in cucina e fare loro dei corsi. Ipotizzare un corso di finger food per poi vivere tutti insieme una serata nel giardino del Me con l’aperitivo appena imparato e cucinato! Raffinare le proprie tecniche gastronomiche per dare un gusto in più ai propri piatti. Un concorso gastronomico per abbinare il proprio piatto ad un vino del territorio. Queste sono solo poche suggestioni e anticipazioni di quanto sarà possibile divertirsi al Centro d’Arte Me.

Il Centro d’Arte Me apre ufficialmente il cancello ai soci ARCI già da questa domenica 5 luglio, con la presentazione dei formaggi della Tuscia. Una vera scoperta sul territorio che non si esaurisce mai. Il Casale di Merenda, l’Azienda Gentili, Aquaranda, Chiodetti, Pitzalis, sono solo alcuni nomi che delizieranno i nostri palati da domenica e nei giorni a seguire di tutto il mese di luglio. L’assaggio in purezza del formaggio potrà essere anche associato alla degustazione di alcune ricette che Andrea ha elaborato in questi anni.

Il 17 luglio un primo evento molto caldo. “Fantasie Erotiche”. Una serata dedicata alla sensualità, al gioco, all’arte. Un menu studiato apposta per sedurre i commensali con il gusto e portarli in uno stato di grazia. La scenografia, la musica di sottofondo e un gioco interattivo frutto della creatività irrefrenabile di Andrea e Claudia trasformeranno la serata del 17 luglio in una esperienza difficile da dimenticare.

Il 24 luglio saremo sognatori, porteremo i nostri pensieri tra le nuvole con l’evento di presentazione del libro “Hai mai corso tra le nuvole?” del giovanissimo autore Lorenzo Cioce, per le Edizioni Minerva. Anche in questo caso Andrea offrirà ai soci una serata particolare, improntata sulle suggestioni e emozioni trasmesse dall’autore.

Felicissimo di questa ripartenza Andrea vi aspetta a Oriolo in via Giuseppe Mazzini, 1. Per partecipare agli eventi è necessaria la tessera ARCI che si può fare anche al Centro d’Arte Me stesso. Per maggiori informazioni e prenotazioni, necessarie per limitare l’affluenza secondo le normative COVID 19 si può telefonare ad Andrea al 3455592454.

Centro d’Arte Me, cirolo ARCI a Oriolo Romano, via Giuseppe Mazzini, 1 – info 3455592454