“Una bellissima cerimonia. Emozionante, fatta col cuore. A un anno esatto dalla sua scomparsa, un bellissimo gesto d’affetto, voluto fortemente dai colleghi giornalisti di un grande tifoso gialloblu”. Ha commentato così il sindaco Giovanni Maria Arena l’intitolazione della sala stampa dello stadio comunale Rocchi ad Andrea Arena, giornalista prematuramente scomparso il 22 gennaio 2018, a soli 40 anni.

“Ci tengo a ringraziare il presidente della AS Viterbese Castrense Piero Camilli, sia per la presenza, sia per la collaborazione nell’organizzazione della cerimonia – ha proseguito il primo cittadino -. Una cerimonia alla quale, a vario titolo, hanno collaborato anche Prefettura e Questura, che ringrazio nelle persone del prefetto Bruno e del questore Macera. Grazie alla stampa. Lo voglio ricordare. Oggi siamo qui perchè cento colleghi giornalisti di Andrea Arena hanno sottoscritto una richiesta: quella di dedicare la sala stampa dello stadio comunale alla sua memoria.

Aveva il suo modo di porsi, a volte fuori dagli schemi. Era molto piacevole parlare con lui. Di sport, di politica. Di quello che accadeva in città.
Ricordo in particolare un suo articolo. Con grande simpatia aveva scritto del mio attraversamento dello stretto di Messina. Un pezzo scanzonato e ironico come solo lui sapeva fare. Ogni volta che ci incontravamo la battuta su quell’articolo ci scappava sempre. Così come si faceva sempre riferimento al nostro cognome. Arena. Una specie di parentela acquisita, su cui scherzavamo. Andrea è il ragazzo che viene ricordato nella targa collocata all’ingresso della sala stampa del Rocchi, lo stadio che da sempre è stato anche il suo. Un giornalista libero, uno scrittore, un amante dello sport e tifoso della Viterbese. Ieri con noi erano presenti i genitori, Giovanna Bruno e Mauro Arena, e la fidanzata Alessandra Pinna. Il ricordo di Andrea è vivo nel cuore di tantissime persone. E questa certezza mi auguro sia per loro di grande conforto”.
Alla cerimonia è intervenuta anche Eleonora Celestini, amica e collega di Andrea, che in questi mesi, insieme al consigliere Giulio Marini, ha seguito gli aspetti burocratici e organizzativi dell’intitolazione avvenuta nel pomeriggio di ieri, al termine della partita Viterbese Castrense – Juve Stabia. Per il Comune erano presenti anche l’assessore Alessia Mancini e i consiglieri Matteo Achilli, Giacomo Barelli e lo stesso Marini.

Commenta con il tuo account Facebook