Dal 26 settembre è attivo lo smaltimento di rifiuti solidi urbani in forma differenziata, anche all’interno della Casa Circondariale di Viterbo.

La Direzione in collaborazione con Econet ha portato avanti un’attenta opera di sensibilizzazione all’interno dell’istituto e la popolazione ristretta ha aderito con entusiasmo e maturità.

Carta e cartone, plastica e alluminio, trucioli della falegnameria, vetro, indifferenziata, ferro, apparecchiature elettriche ed elettroniche, oli alimentari, pile esauste, toner esausti e neon, tutto verrà raccolto e differenziato.

Tutti hanno compreso che riciclare i rifiuti significa “valorizzare i “i rifiuti, recuperando materie prime, anziché smaltirli in discarica ed inceneritori.

Questa attività è indispensabile per aiutare anche il nostro pianeta, in quanto riduce il consumo di materie prime, l’utilizzo di energia e l’emissione dei gas serra associati.

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email