Safer Internet Day Viterbo – 9 febbraio 2021

Ieri, in occasione della Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo / Safer Internet Day, le scuole di Viterbo e Provincia di ogni ordine e grado hanno fermato le attività per 10 minuti, alla stessa ora, per riflettere insieme su questa problematica.

Quest’anno l’inziativa, giunta alla seconda edizione e concordata con tutti i referenti di Isitituto di Viterbo e Provincia è stata denominata “#Bullout”.

Ancora una volta le scuole, seppure divise dalle distanze, sono unite negli intenti da un invisibile ma robusto “filo blu”, per ribadire con forza e tutte insieme che questo fenomeno non si contrasta solo con la consapevolezza e l’assunzione di responsabilità da parte della scuola e delle famiglie,  ma che soprattutto occorre parlarne e non abbassare la guardia perché le statistiche ci dicono che i casi di Cyberbullismo sono in aumento anche in tempi di Pandemia e Didattica a Distanza. Si tratta di un vero e proprio Flash Mob collettivo che ha preso avvio nelle scuole di ogni ordine e grado alle ore 10:00 in punto con un suono prolungato della campanella; contando sul fattore sorpresa, i docenti nelle rispettive classi hanno effettuato una riflessione, spiegando la motivazione dell’improvviso squillo sonoro e focalizzando l’attenzione degli alunni sulla tematica del Bullismo e Cyberbullismo. La scelta dei contenuti è stata demandata ai docenti di classe in relazione anche all’età degli alunni e all’ordine di scuola.

L’iniziativa, che si è svolta nel pieno rispetto della normativa in materia di COVID,  è nata un anno fa su impulso dei docenti referenti di Istituto delle scuole del viterbese con il supporto della unità operativa per i progetti.  Il Dirigente dell’USR per il Lazio – AT di Viterbo, Dott. Daniele Peroni, che ha fortemente supportato il progetto, ringrazia i dirigenti scolastici, i docenti, gli alunni e le famiglie per l’adesione così massiva e sentita e i docenti referenti per la prevenzione ed il contrasto del Bullsimo e del Cyberbullismo per lo spirito di iniziativa e la dedizione mostrati. L’adesione è stata capillare in quanto tutte le scuole hanno aderito  e sono pervenute oltre 350 testimonianze di attività svolte tra foto, filmati, slogan, cartelloni didattici e filastrocche anche in rap che saranno pubblicate in una raccolta nella sezione “Progetti” del sito isitutzionale dell’AT di Viterbo. Nei prossimi mesi, sempre coordinati dalla Referente Provinciale in materia, i referenti delle scuole saranno coinvolti in un percorso di studio e approfondimento al fine di elaborare un protocollo provinciale condiviso atto a promuovere una collaborazione più fattiva ed efficace tra di loro e in rete con le famiglie, le istituzioni e le agenzie educative presenti sul territorio, puntando molto sulla prevenzione primaria e l’uso consapevole di internet  e dei  social media.