VITERBO – Il vento pungente non ha fermato l’allegra carica dei ben 123 cagnolini intervenuti in occasione della Camminata a Sei Zampe organizzata da Leonardo De Angeli ed Isabella Grossi; all’appello presso Valle Faul si è di fatto presentata una folla composta da oltre 120 animali ed i loro relativi umani.

 

Subito dopo la benedizione collettiva effettuata da Don Giancarlo, il coreografico e giocoso serpentone si e’ mosso alla volta di Ponte Camillario, sapientemente scortato dalle guide di Archeotuscia Dr.ssa Rovidotti e Agneni, dalla sempre presente Protezione Civile di Viterbo, dai Rangers d’Italia e dalla “Pandambulanza”. Mai vista nello scenario viterbese una simile partecipazione per una camminata animalistica-archeologica-ecologica-ludica. Percorrendo quindi la via Francigena, l’allegro gruppo ha traversato l’Edicola di S. Valentino, raggiungendo l’area verde del Ponte Camillario, dove, dopo una accurata lezione storica, i partecipanti, bipedi e quadrupedi, hanno consumato il pranzo al sacco offerto dalla Gedap di Viterbo, dalla Uniko Pet, e da Gigi e Mena. A rallegrare ancor di più la Pasquetta, frisbie, palline, giochi e la divertente dimostrazione di agility effettuata dalle ragazze di Spiteful Kennel. Una ultima, doverosa visita alla tomba di S. Valentino e Ilario e poi il lento ritorno sempre per la Via Francigena.

 

Una esperienza n. 0, a detta di tutti i partecipanti, da ripetere molto spesso, una esperienza importante di socializzazione animale e soprattutto umana, non funestata dal benchè minimo screzio tra cani e, non ultima, una raccolta fondi che permetterà a Leonardo De Angeli, di poter assicurare alla “Pandambulanza” ancora un buon periodo di funzionamento.

Commenta con il tuo account Facebook