Nel pomeriggio un detenuto di nazionalità russa con disturbi autolesionistici sottoposto alle cure dei sanitari ha tentato il suicidio tramite impiccagione salvato dal Personale di Polizia Penitenziaria.

In questi giorni dal suo recente ingresso (per una tentata rapina), a dato segni di problemi del comportamento con gesti di vario tipo sulla sua persona che sta mettendo a dura prova l’attenzione del servizio della Polizia Penitenziaria e sanitari della struttura penitenziaria.

Il tutto avviene in un periodo particolare dove si stanno prendendo le opportune misure per prevenire i problemi del “coronavirus” che sta mettendo a dura prova l’intero sistema intramurario con la Direzione da pochi giorni insediata e una vertenza sindacale ancora presente.

Le OO.SS. non possono che congratularsi con il personale di Polizia Penitenziaria nonché la Direzione e il personale sanitario per come stanno conducendo una situazione non di facile gestione soprattutto per l’emergenza “Coronavirus”.

Nel frattempo attendiamo che la Direzione stessa convochi una riunione con le scriventi per definire una rivisitazione dell’organizzazione del lavoro.

 

Osapp                        Uilpa                       Uspp               FpCgil

Natale                       Carrano                     Primi               Federici