«Con il giorno 8 marzo 2020 il Centro Antiviolenza Erinna conclude i suoi venti anni di attività – senza scordare i due anni di studio e di impegno prima della costituzione in associazione -.

L’assemblea dell’associazione Erinna ha deciso all’unanimità di impegnare le attività sociali per affrontare costantemente la questione culturale, con azioni di elaborazione e sensibilizzazione rispetto alla violenza contro le donne perpetrata in qualsiasi ambito, la violenza della svalorizzazione, la violenza dello sminuire e minimizzare il modo in cui le donne stanno al mondo.

La forte esperienza, la qualità alta della conoscenza acquisite nei ventidue anni di impegno nella relazione con le donne in difficoltà; nella costruzione di percorsi di uscita da situazioni, a volte credute impossibile vissuta con loro; nella costante ricerca e creazione di relazioni di rete per trovare maglie più larghe da cui poter passare per trovare la libertà e l’autodeterminazione; nella formazione e autoformazione continua, tutto questo oggi consente a Erinna di espandersi, anche a livello internazionale, con uno sguardo più ampio e rinnovata energia.

L’8 marzo 2020 Erinna chiude il Centro alle nuove accoglienze, ma continuerà ad avere relazione, ad essere accanto e a sostenere nel loro percorso di uscita dalla violenza le amiche che hanno attraversato il Centro fino a questa data.»