Ho atteso qualche giorno dalle dichiarazioni rese dall’ On. le Rotelli sperando in qualche rettifica, come ho atteso la replica della sinistra viterbese che non è’ mai arrivata.

Purtroppo le gestioni consociative destra – sinistra possono forse per alcuni essere ostative. Di certo l’intervista di Rotelli a proposito dei fatti di Vallerano, nella Tuscia democratica, che contemporaneamente accoglie i militanti di Casa Paund e denuncia l’antifascismo come “la coperta di Linus” usando le parole di Giorgia Meloni, lasciano sgomenti. Non sono di certo esponente della sinistra storica, mi rifaccio al cattolicesimo democratico e popolare ma l’antifascismo nei tempi che viviamo ricchi di odio, di violenza, di aggressione, di sopraffazione, di razzismo, di prevaricazione e di discriminazione è’ tutto meno che una battuta da fumetto. È’ un valore su cui si fonda la nostra Costituzione da trasmettere alle nuove generazioni per continuare ad affermare e difendere la democrazia, la libertà, il rispetto degli altri e degli ultimi. Io non mi vergogno di rispettare la nostra Costituzione e i valori profondamente antifascisti per quello che il fascismo ricorda ed evoca nel
nostro Paese.

Insulterei l’intelligenza dell’on. le Rotelli solamente se lo invitassi a riflettere su ciò che i valori di riferimento di Casa Paund in sede locale e nazionale rappresentano e non serve di certo che comunichino a lui di definirsi fascisti del terzo millennio per conoscerli. Le aggressioni, le violenze in sede locale e nazionale, le conosce meglio di me e non credo che a queste vicende si possa applicare la logica del “ me ne frego”. Una cosa mi ha colpito del suo intervento, uno che pur definendosi convintamente fascista chiede di entrare nel partito, Fratelli d’Italia di Viterbo non ha dubbi: lo accoglie.

Queste affermazioni dovrebbero far riflettere tutti sulla necessita’ che il no alla violenza, alla discriminazione, alle aggressioni non siano valori solo enunciati ma profondamente testimoniati. La comunità di Vallerano e dei Cimini ha dimostrato ogni giorno Il proprio antifascismo e il proprio no alla violenza e all’aggressione. Vede On.le Rotelli, per la gente del mio territorio certi valori non rappresentano una priorità amministrativa ma sono valori imprescindibili, inalienabili e non negoziabili.

Egregio On. le Rotelli, la sua intervista all’insegna “dell’antifascismo come coperta di Linus” una cosa sono certa farà definitivamente cadere : la possibilità’ per gli uomini e le donne di centro sinistra di potersi alleare a qualunque titolo e a qualunque livello istituzionale con Fratelli d’Italia e Casa Pound.