VITERBO – Online sul sito istituzionale del Comune di Viterbo l’avviso pubblico per la costituzione dei tavoli tecnici tematici distrettuali VT3. Lo comunica l’assessore ai servizi sociali Antonella Sberna.

L’avviso è rivolto a tutti i soggetti del terzo settore, alle associazioni di volontariato, Aps, associazioni di utenti e familiari che hanno la propria sede legale nel distretto VT3 o che operano presso uno dei comuni del distretto VT3 (Viterbo, Bassano in Teverina, Bomarzo, Canepina, Celleno, Orte, Soriano, Vitorchiano) e che hanno nel proprio statuto la tematica relativa al tavolo prescelto.

I tavoli tematici distrettuali che verranno attivati sono i seguenti: contrasto alla povertà, inclusione sociale e marginalità sociali; terza età; famiglia e minori, adolescenti e giovani; disabile adulto e salute mentale; disabilità nell’età evolutiva; immigrazione e integrazione transculturale; dipendenze; regime detentivo e misure alternative; disuguaglianze e politiche di genere.

“Il Comune di Viterbo, insieme al distretto socio sanitario VT3, intende dare avvio a un processo di programmazione sociale partecipata – ha spiegato l’assessore Sberna -. Una metodologia di lavoro necessaria alla costruzione del sistema integrato dei servizi sociali, funzionale all’efficacia e all’arricchimento della progettazione congiunta tra pubblico e privato. Per la prima volta, formalmente, il distretto Vt3 attiva un confronto con il terzo settore su una progettualità che vede insieme associazioni ed enti locali, nella programmazione che sembra finalmente poter avere durata triennale, così come comunicato dalla Regione. Da tempo, infatti, le misure del piano sociale erano rese come da comunicazioni regionali in replica degli anni precedenti, anche se, comunque, il distretto ha sempre presentato la programmazione alle associazioni, anche all’interno della Consulta del Volontariato. Finalmente, con l’orizzonte della programmazione triennale, avremo modo di poter valutare le istanze, le progettualità, i consigli, le proposte e le opinioni di tutte quelle realtà che afferiscono al mondo più ampio delle fragilità, declinate negli otto tavoli previsti nell’avviso. Sono molto soddisfatta del lavoro portato avanti – ha aggiunto l’assessore Sberna -. Lo scorso 4 giugno si è insediato il nuovo tavolo istituzionale del distretto, alla luce della sottoscrizione della nuova convenzione. E il primo atto ufficiale riguarda proprio la convocazione e l’istituzione dei tavoli tematici con il terzo settore presso il distretto Vt3. Ritengo sia un segnale di grande attenzione verso questa importante realtà. Una realtà che, come ho sempre ricordato, lavora e arriva laddove le istituzioni non arrivano. È fondamentale il confronto e il supporto che tutti gli enti del terzo settore possono fornire alle programmazioni delle politiche pubbliche”. In tale ottica – si legge infine nell’avviso pubblico – i tavoli tematici svolgono la funzione di supportare il livello istituzionale e la struttura tecnico-amministrativa del distretto, nell’individuazione delle priorità e degli obiettivi strategici del piano di zona, garantendo una partecipazione attiva ai soggetti della rete locale, fornendo altresì un contributo alla base conoscitiva relativa al territorio distrettuale, sia in termini di bisogni che di risorse.

Tutte le associazioni interessate dovranno inviare la documentazione alla PEC [email protected] , con le modalità indicate nell’avviso pubblico, compilando l’apposito allegato. Pur rimanendo aperta la possibilità di richiedere la partecipazione ai tavoli, dopo dieci giorni dalla pubblicazione del presente avviso, si provvederà alla composizione dei tavoli tematici, rendendoli di fatto operativi. La versione integrale dell’avviso è consultabile sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it alla sezione Settori e uffici > V settore > avvisi pubblici o direttamente al link https://www.comune.viterbo.it/costituzione-tavoli-tecnici-tematici-distrettuali/ .