Sant’Angelo, 30 settembre 2018. Una domenica qualsiasi che però per il piccolo borgo della Tuscia ha l’aria delle feste importanti.

É la festa del Santo Patrono con l’antica Statua portata a spalla dai fedeli Santangiolesi che viene portata in tripudio per le vie del paese, abbellite dalle fiabe rappresentate nei Murales realizzati dall’associazione ACAS.

Con i festeggiamenti in onore del Santo Patrono si conclude la stagione delle feste iniziate a giugno con la Sagra delle Ciliegie.

Lo scenario è dei migliori, un tripudio di persone festanti, le autorità del Comune di Viterbo e delle Forze dell’ordine a seguire da vicino e a vivere insieme ai Santangiolesi le emozioni della loro festa, il paese tirato a lucido, grazie alla volontà dei Paesani e all’attenzione dell’amministrazione comunale, che finalmente pone nella giusta considerazione anche le frazioni e i borghi minori.

Allora è il momento dei ringraziamenti e la Pro Loco di Sant’Angelo, fautrice principale dei festeggiamenti, si sente di ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile i successi di tutta una stagione e l’apoteosi della Festa del Santo, a iniziare dal Parroco di Sant’Angelo, Don Antonio, per la fiducia accordata, all’amministrazione Comunale per l’attenzione, in particolare all’assessore Elpidio Micci, presente oggi a rappresentare il Primo Cittadino Viterbese, ma che non manca mai di far sentire la sua vicinanza.

E allora l’appuntamento è al prossimo anno per iniziare nuovamente da giugno a vivere la vita di piazza e di festa.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email