Un nuovo successo per le sorelle musiciste e religiose Daniela e Raffaella Sabatini con il secondo evento dei loro “Concerti celebrativi per il Giubileo del 7° centenario della Madonna Liberatrice”

Proseguono gli omaggi musicali delle sorelle Sabatini alla Madonna Liberatrice con l’evento musicale “Mater” in cui il Duo “De Musica” ha interpretato le più celebri “Ave Maria” della storia della musica, dal gregoriano ai contemporanei.
Autentiche ovazioni da parte di un folto pubblico attento quanto entusiasta hanno salutato il secondo evento musicale de “I Concerti Celebrativi per il Giubileo del 7° centenario della Madonna Liberatrice” tenuti dalle sorelle musiciste e religiose Daniela e Raffaella Sabatini con il loro Duo “De Musica – Cor unum et anima una in Deo” a Viterbo alla Sala Mendel del Convento della Ss. Trinità dei Padri Agostiniani nell’àmbito delle loro “Lectio musicalis mariane”, imperdibili appuntamenti musicali unici nel loro genere svolti ogni martedì e che caratterizzano questo Anno Giubilare mariano.
Il concerto, intitolato “Mater” ed introdotto dall’ esecuzione dell’ “Inno Giubilare alla Madonna Liberatrice” composto e scritto dalle stesse sorelle Sabatini per il loro Ensemble e Coro “Schola Cantorum Maria Ss. Liberatrice”, si è svolto in occasione della Festa di N.S. di Lourdes ed ha presentato un affascinante programma comprendente le Variazioni e Tema sull’ Ave Maria di Lourdes e le più celebri ed amate “Ave Maria” della storia della musica : dall’ Antifona gregoriana “Tota pulchra” ai brani mariani di Caccini, Bach-Gounod, Liszt, Verdi, Saint-Saens, Grieg, Mascagni per culminare con il “Tota Pulchra” della pianista e compositrice Daniela Sabatini tratto dalla sua ampio affresco musicale intitolato appunto “Mater”.  Un’ autentica trascendentale esperienza mistica oltre che musicale, come è stata definita dal pubblico presente che ha tributato alle sorelle Sabatini interminabili applausi sia per la perfetta fusione delle loro anime musicali sia per la celestiale purezza del violino di Raffaella Sabatini e l’assoluto virtuosismo ed inarrivabile tocco pianistico di Daniela Sabatini.