La Confesercenti di Viterbo esprime sentimenti di piena solidarietà al giornalista Camilli, a Tusciaweb e ai sindacalisti oggetto di aggressione verbale nello svolgimento del loro lavoro.
“La libertà di stampa e di critica – afferma Vincenzo Peparello, Presidente Confesercenti Viterbo, va difesa ad ogni costo e contro ogni tentativo d’impedire il pieno diritto di riferire i fatti e esprimere opinioni”.

Come anche – aggiunge Peparello – va tutelato il diritto della difesa dei lavoratori da parte delle organizzazioni sindacali e delle istituzioni.
Mi auguro che quello accaduto sia solo un squallido episodio, ma che va tenuto sotto la lente d ingrandimento dalle autorità e dalle istituzioni competenti , ma che ci sia sempre il rispetto verso chi è impegnato sul fonte della cronaca e a difesa dei diritti dei lavoratori.