Il CBD è uno dei principi attivi contenuti nella cannabis. Questo acronimo sta per Cannabidiolo e questa sostanza è da tempo oggetto di esperimenti e studi scientifici molto approfonditi. È proprio grazie a questi studi che è stato scoperto e certificato di recente che questa sostanza non ha effetti psicotropi a differenza del THC e che quindi non è considerata nociva per il nostro organismo.

Il CBD è anzi una sostanza completamente naturale in grado di agire sul nostro corpo con effetti benefici, andando a interagire con il nostro sistema endocannabinoide e inducendo un forte senso di rilassamento sia muscolare che psichico. Viene infatti ormai utilizzato in ambito medico come aggiunta ai farmaci tradizionali in molte patologie anche importanti, come ad esempio gli attacchi di panico, l’ansia, il dolore cronico, in ambito oncologico ecc.

In quanto tempo riesce a fare effetto questa sostanza una volta che la si assume? È a questa domanda che cercheremo di rispondere in questo breve articolo. Possiamo però dire subito che non c’è una risposta univoca a questa domanda e che il tempo di assorbimento dipende da diversi fattori. Andiamo a vederli insieme.

Il tempo di assorbimento dipende da fattori personali

Ci sono molte varianti fisiologiche che vanno a contribuire sul tempo di assorbimento del CBD nel nostro corpo. Ognuno ha delle caratteristiche diverse dall’altro e per questo non si può dare una risposta definitiva al tempo di assorbimento del CBD. Possiamo però capire quali sono questi fattori che fanno la differenza:

  • Il peso corporeo: questo è uno dei principali fattori da tenere in considerazione per l’assorbimento dei CBD.si può dire in generale che maggiore è il peso del soggetto e maggiore sarà il tempo impiegato dal CBD ad essere assorbito e quindi a fare effetto. Di conseguenza è chiaro che un uomo che pesa 100 kg dovrà assumere una dose più alta di CBD rispetto ad uno di 60 kg per poter sentire gli stessi effetti.
  • Composizione corporea: forse non tutti sanno che la composizione corporea è ben diversa dal peso corporeo. Ci si riferisce infatti alla quantità di ciascun tessuto che è contenuto nel nostro corpo in relazione al peso complessivo. Ad influire maggiormente sull’assorbimento dei farmaci e di sostanze come il CBD abbiamo sicuramente il tessuto adiposo. Di conseguenza, persone che hanno una massa grassa maggiore avranno, a parità di peso, più difficoltà ad assorbire il CBD rispetto a chi ha maggiore concentrazione di massa magra.
  • Il tasso metabolico: ognuno di noi ha un tasso metabolico diverso e variabile. Il tasso metabolico indica nello specifico la nostra capacità di bruciare calorie e di produrre energia. L’attività fisica può aumentare il numero di calorie che riusciamo a bruciare, ma ognuno di noi avrà comunque un diverso numero di riferimento per quelle che sono le funzioni basali fisiologiche del nostro organismo a riposo. Chi ha un metabolismo più accelerato riesce a utilizzare i composti con maggiore velocità e di conseguenza si troverà a riuscire ad assorbire il CBD in modo più veloce.

Il dosaggio di CBD è importante

Un altro fattore molto importante per poter influenzare la velocità di assorbimento del CBD è il suo dosaggio. È infatti chiaro che la quantità di CBD che viene assunta in un determinato momento influenza il modo in cui questo va a d agire sul vostro organismo e anche la velocità a cui lo fa. Una dose più elevata richiede più tempo per essere elaborata e conseguentemente smaltita. Anche se assumere CBD per via inalatoria o per via sublinguale aumenta la velocità di azione, una dose maggiore richiede sempre un maggiore lavoro da parte del nostro organismo per la sua metabolizzazione.

Un modo utile e intelligente di assumere CBD è allora quello di cominciare da dosaggi più bassi e, nel caso in cui fosse necessario, andare ad aumentarli in maniera graduale a seconda die propri bisogni. Alcune persone riescono a sentire effetti anche di piccole dosi, mentre altre avranno bisogno di dosi maggiori. Inoltre c’è da tenere presente che uno studio del 2019 ha stabilito che dosi medie di CBD sono più facilmente attive contro l’ansia rispetto a dosi più massicce. Non serve quindi esagerare nel dosaggio, piuttosto è bene utilizzare i prodotti a base di CBD in modo corretto per poterne vedere gli effetti in modo veloce e valido.

Per concludere

Possiamo dire in conclusione che utilizzare il CBD e i prodotti che lo contengono in maniera giusta e proporzionale alle caratteristiche del proprio organismo può portare a grandi benefici per la nostra salute e per il nostro benessere. La cosa importante è non avere fretta di vedere i risultati sperati e di conseguenza di non esagerare nei dosaggi. Altra cosa importantissima è acquistare questi prodotti da siti sicuri e affidabili, come ad esempio sullo shop online di Justbob, che offre agli utenti un’ampia scelta a garanzia di sicurezza.