La Cooperativa Sociale Gea in prima linea in questo progetto per offrire continuità assistenziale alle famiglie

Tutto pronto per la ripartenza del campo estivo per bambini e ragazzi con disabilità a Pratogiardino (Viterbo). Nato come programma sperimentale in co-progettazione fra la Cooperativa Sociale Gea, l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Viterbo, il Servizio materno infantile della ASL VT3 e la onlus Amici di Galiana, dopo il successo ottenuto lo scorso anno questa iniziativa sembra divenire sempre di più un appuntamento permanente.

Dal prossimo 10 agosto fino all’11 settembre, il parco pubblico di Viterbo diventerà uno spazio accogliente e familiare, dove i piccoli utenti coinvolti saranno assistiti da operatori specializzati nello svolgimento di attività ludiche di varia natura, giochi e momenti di relax. Un’iniziativa che, anche quest’anno, vede in prima linea gli operatori specializzati Gea insieme alla onlus “Amici di Galiana”.

Il progetto risponde ad una concreta criticità, ovvero la mancanza di assistenza nei mesi estivi per i bambini e ragazzi con grave disabilità, ancor più accentuata dal difficile scenario post lockdown. “La garanzia di offrire una continuità assistenziale alle famiglie – ha commentato la responsabile dei servizi Gea, Alessandra Senzacqua – si è rivelata la scelta più giusta per rispondere alle esigenze reali del nostro territorio, soprattutto in un momento come questo. Siamo felici di far parte di questa squadra, insieme alla ASL territoriale, al Comune di Viterbo e agli Amici di Galiana, ognuno con il meglio delle proprie competenze e professionalità”.