VITERBO – Nell’ambito dell’attività di repressione dei reati contro il patrimonio, perpetrati nel capoluogo, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile ha denunciato una quarantaseienne campana ed una ventiquattrenne dell’est Europa per il reato di furto aggravato, in concorso tra loro, in danno di una gioielleria del capoluogo.

Le due donne, già nel mirino degli investigatori da alcune settimane, agivano sempre in coppia adottando lo stesso modus operandi: si facevano mostrare i campionari dei gioielli sul bancone di vendita e, simulando l’interesse a sceglierne alcuni per l’acquisto, sottraevano i preziosi nascondendoli in bocca o nelle maniche del giubbino indossato, mentre una delle due distraeva la negoziante.

Ai fini delle indagini sono risultate rilevanti le immagini registrate dai sistema di videosorveglianza acquisite dagli investigatori.

Le due donne, dopo le formalità di rito, sono state accompagnate presso gli uffici della Squadra Mobile e, oltre ad essere state denunciate, in considerazione dei numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio di cui sono risultate gravate, con provvedimento del Questore sono state allontanate con Foglio di Via Obbligatorio e divieto di ritorno in questo comune per tre anni.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email