Il fatto si è verificato nei giorni scorsi, quando gli uomini della Polizia di Stato del Posto di Polizia Ferroviaria di Viterbo si sono visti presentare due ragazzi africani, di 21 e 22 anni, con un portafogli in mano.

I due, entrambi muniti di permesso di soggiorno, domiciliati in due distinti centri di accoglienza, ubicati a Viterbo e in un paese della provincia, in uno stentato italiano, rivolgendosi ai poliziotti, riferivano di aver rinvenuto nei pressi della stazione ferroviaria di Viterbo Porta Fiorentina un portafogli e che era loro intenzione consegnarlo per restituirlo al legittimo proprietario.

I due dichiaravano che, rinvenuto l’oggetto, si erano subito diretti presso quell’Ufficio per contattare personale della Polizia Ferroviaria.

In effetti, a seguito di un controllo del portamonete, il responsabile dell’Ufficio accertava che all’interno, oltre ad alcuni documenti di identità, vi era la somma contante di Euro 80,00 e un assegno bancario, debitamente compilato, per un importo di €.960,00.

Gli uomini della Polfer di Viterbo avviavano immediatamente le ricerche del proprietario che, rintracciato in breve tempo, dichiarava di aver effettivamente smarrito il portafogli e di trovarsi nei pressi del passaggio a livello, intento a cercarlo.

L’uomo, raggiunto l’Ufficio di Polizia, preso atto di quanto successo, controllava il suo portafogli e, con evidenti meraviglia e stupore, dopo aver appurato che non mancava nulla, ringraziava personalmente i due stranieri per l’onestà dimostrata consegnando loro una ricompensa in denaro.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email