VITERBO – In attuazione del Protocollo d’Intesa stipulato tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nell’odierna mattinata è stato dato l’avvio alla terza edizione del progetto “Educazione alla legalità economica”.

 

Il primo appuntamento ha visto protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Paolo III” di Canino (Scuola Primaria e Secondaria di I Grado). Durante il primo incontro, il Tenente Antonio Petti, Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Tarquinia, ha illustrato in modo semplice ma coinvolgente i concetti che sono alla base della legalità economica utilizzando materiale multimediale appositamente predisposto per il giovane pubblico.

 

Gli incontri hanno visto un’attiva partecipazione dei ragazzi che hanno formulato pertinenti ed argute domande sugli argomenti trattati, l’apprezzamento del Dirigente Scolastico e del corpo docente intervenuto. L’iniziativa, che prevede incontri sul tema, è rivolta agli studenti delle ultime due classi della scuola primaria, dell’ultima classe della scuola secondaria di primo grado e delle ultime due classi della scuola secondaria di secondo grado. Scopo degli incontri è quello di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonchè dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Nell’occasione, è stato illustrato l’abbinato concorso denominato “Insieme per la legalità” mediante espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica, attraverso una rappresentazione grafico-pittorica o una riproduzione video-fotografica. Gli incontri proseguiranno fino alla fine di marzo ed interesseranno altri 11 istituti tra scuole primarie e secondarie di I e II grado della provincia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email