Volante Polizia

Fioccano le denunce per chi continua a non rispettare le misure del Governo per contrastare il Coronavirus, da Nord a Sud. Adesso che vengono effettuati controlli più intensi aumentano i numeri dei denunciati per inosservanza dei provvedimenti amministrativi (art. 650 del codice penale).

Tra queste anche la padrona di un cane, sorpresa a San Pellegrino mentre era intenta a portare a spasso l’amico a quattro zampe. La donna è risultata residente distante dal luogo del controllo e per giustificarsi ha parlato di “giretto col cagnolino”.

A Viterbo le scuse inventate da chi non si arrende agli inviti a stare a casa sono spesso esilaranti. Una pattuglia delle volanti della Questura di Viterbo ha fermato un extracomunitario, l’uomo passeggiava ad una certa distanza da un supermarket con un sacchetto quasi vuoto e ha dichiarato: ho fatto la spesa e torno a casa.

Gli agenti constatato che il sacchetto della spesa era quasi vuoto e ormai avvezzi a sentire le giustificazioni più assurde hanno chiesto l’esibizione dello scontrino. Indicava “una birra”.

Gli agenti che hanno domandato all’uomo perché fosse uscito per acquistare una sola birra, si sono sentiti rispondere: “è il mio fabbisogno giornaliero e non ho posto a casa per conservarne di più per cui esco per fare la spesa tutti i giorni e mi pare che la cosa non sia vietata”.

Gli agenti, senza perdere la calma, hanno identificato l’uomo e l’hanno denunciato.