La Fisascat Cisl di Viterbo vuole esprimere la propria soddisfazione con la quale ha appreso diverse iniziative che possono contribuire in maniera concreta a rilanciare il nostro territorio, a creare posti di lavoro di cui si ha estremo bisogno:

la prima corsa del treno ad alta velocità che da Orte, ieri 13 giugno, è partito per Milano e Torino;
l’inaugurazione della “Casa del Vento”, il giorno 11 giugno a Bagnoregio, un centro turistico dove molti giovani si occuperanno dell’accoglienza dei turisti in visita a Civita (un’opportunità di lavoro ma anche un luogo di socializzazione e creatività);
il finanziamento previsto dalla Regione Lazio con la quale si sosterranno le strutture ricettive, inclusi gli agriturismi, aumentando la permanenza di chi soggiorna nel Lazio (si offrirà una notte in più di soggiorno a chi ha già prenotato 2 notti).

Riteniamo siano iniziative lodevoli, si investono fondi che possono creare altro valore. Al tempo stesso si può tentare di risollevare un settore, come quello turistico, profondamente colpito dalla pandemia e dalle misure per contrastarla.
È un inizio concreto ma ancora non sufficiente.
Il turismo va sostenuto in modo più costante, il termalismo va ulteriormente sviluppato (si devono recuperare le ex terme Inps), i centri storici devono tornare al centro della politica e uscire dal degrado e dall’abbandono, le infrastrutture devono essere rinnovate e adeguate al traffico attuale.
La Fisascat Cisl di Viterbo, quindi, plaude a queste importanti iniziative ma sostiene che si debba continuare in questa direzione senza esitazioni.