Giovedì 14 novembre 2019 presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo si è tenuta la cerimonia di consegna dei gradi di Maresciallo di terza classe ai 114 frequentatori provenienti dal concorso esterno del 20° Corso Altair 2°.

La cerimonia, che si è svolta alla presenza delle autorità civili e militari di Viterbo e dei familiari dei neo-promossi, è stata presieduta dal Comandante della Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare e dell’Aeroporto di Viterbo, Colonnello Leonardo Moroni.

Dopo l’intervento introduttivo del Colonnello Vito Conserva, Comandante dei Corsi e Vice Comandante della Scuola, che si è soffermato sull’importanza e sul valore simbolico della cerimonia odierna, invitando i neo-marescialli affinché “oggi non sia un punto di arrivo ma l’inizio di una meravigliosa avventura che vi richiederà impegno ma vi arrecherà grandi soddisfazioni” ha avuto inizio la consegna dei gradi e delle sciabole a cura di alcune delle autorità presenti che hanno insignito del grado di Maresciallo di terza classe alcuni allievi ritenuti particolarmente meritevoli; è stato questo un momento particolarmente emozionante, suggellato, come da tradizione, dalla consegna al capocorso, da parte del Sig Giovanni Aloisi, rappresentante del Presidente del sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, della sciabola d’onore riportante l’incisione di una rosa, simbolo, appunto, del Sodalizio stesso e testimonianza del forte vincolo di vicinanza e condivisione tra la cittadinanza di Viterbo e la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare.

Successivamente si è tenuta la consegna dei gradi a tutti gli altri neopromossi effettuata direttamente dai loro cari: genitori, fratelli, amici; l’intervento diretto dei familiari nella cerimonia rappresenta il segno tangibile dell’importanza che la Forza Armata attribuisce alle famiglie, ritenute il primo e fondamentale punto di riferimento per ogni militare sia nella fase formativa che nel prosieguo della carriera.

Il capocorso dell’Altair 1° e Padrino del corso neopromosso, Primo Maresciallo Giorgio Patera, intervenuto alla cerimonia, ha invitato i colleghi dell’Altair 2° “a dare sempre il vostro meglio, tutto il resto verrà da se, date il vostro meglio per essere felici, questa è la misura del successo (….) seminate il bene e siate gentili tutti i giorni della vostra vita, assumetevi la responsabilità delle vostre scelte e non mollate mai. Come la stella Altair non si stanca mai di brillare, anche voi risplendete sempre nella vita”.

Anche il Comandante della Scuola Marescialli Col. Moroni si è complimentato con i neo-marescialli per l’importante traguardo raggiunto “con merito al termine di un percorso lungo due anni che ha richiesto notevole sacrificio, tanta dedizione e spirito di squadra, grande umiltà e vigorosa esemplarità.” Dopo i complimenti anche una esortazione: “a orientare il comportamento verso un sempre maggior senso di responsabilità ed esemplarità. Sarete chiamati da subito ad ispirare gli allievi più giovani, a trasmettere, anche all’esterno dell’ambito militare e con sempre maggiore determinazione la cultura della cittadinanza attiva, il senso dello stato e l’importanza dell’osservanza delle leggi”.

Alla cerimonia ha partecipato anche il Presidente Capo dei Sottufficiali, Graduati e Truppa Primo Luogotenente Donato Chiarello, a dimostrazione dell’attenzione rivolta dalla Forza Armata a questa Scuola ed a tutto il ruolo Marescialli.