Giornata nel segno delle tradizioni venerdì 13 settembre 2019, con l’afflusso degli ex Allievi Sottufficiali del LXVII Corso presso la caserma “Soccorso Saloni”, sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, per la celebrazione del trentennale.

Intenso il programma della mattinata. Dopo la cerimonia dell’Alzabandiera, ha avuto luogo la deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato ai Sottufficiali Caduti. A seguire, una rappresentanza ha reso deferente saluto alla Bandiera d’Istituto, decorata di Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito e di Medaglia d’Argento al Merito Civile. Al termine della celebrazione della Santa Messa i radunisti hanno visitato la Biblioteca Militare di Presidio, dove in atto è presente una mostra fotografica su quindici pannelli espositivi dedicata alla Grande Guerra, e le infrastrutture didattico-addestrative della Scuola.

Felicità sul volto degli ex allievi, i quali hanno avuto la possibilità di trascorrere con i propri cari una giornata nei luoghi che li hanno visti protagonisti negli anni 1989-1990 durante la frequenza del corso per diventare Sottufficiali dell’Esercito Italiano.

Ciclicamente, presso la Caserma “Soccorso Saloni” di Viterbo, si organizzano i raduni degli ex allievi, in quanto la stessa rappresenta il luogo in cui sono stati condivisi esperienze, emozioni e sacrifici. Il desiderio di tornare e rivivere una giornata nella “casa madre” dei Sottufficiali dell’Esercito Italiano è un’ulteriore testimonianza dell’autenticità dei valori che da sempre hanno animato e guidato questi uomini.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito prioritario di formare Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con specializzazione “Sanità”. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.

Commenta con il tuo account Facebook