Giorgia Abeltino, Director Public South Europe di Google, ha tenuto una lezione all’Università della Tuscia sulle opportunità digitali da mettere a disposizione di utenti/consumatori affinché possano essere cittadini responsabili. Una delle figure più importanti nel panorama del mondo digitale, Giorgia Abeltino, nell’ambito di un evento molto partecipato dagli studenti, ha toccato tre questioni centrali che oggi interessano il mondo digitale e Internet.

In particolare si è parlato del funzionamento del motore di ricerca, la trasparenza dell’algoritmo e la tutela della privacy e della trasparenza nel digitale. Internet, con le sue potenzialità, ci spinge oggi verso la necessità di affrontare tutti questi temi con una sempre maggiore consapevolezza sia della complessità, sia della potenziale ambiguità propria degli ambienti digitali.

“Disciplinare Internet” – ha detto Giorgia Abeltino rinnovando l’auspicio di una regolazione comune Usa-Ue – in modo che resti un luogo di innovazione, di opportunità e di comportamenti responsabili è un obiettivo prioritario. C’è da auspicare – ha continuato – che il dialogo tra pubblico e privato in tale ambito diventi sempre più profondo e proficuo, anche per fornire agli utenti e i consumatori tutte le informazioni e gli strumenti necessari per renderli cittadini responsabili online”.

L’ospite dell’incontro “Parliamo di Google con Google” tenutosi ieri, 11 maggio, si inserisce nel novero delle numerose iniziative di altissimo livello scientifico e di grande interesse sociale che l’Università degli Studi della Tuscia mette in campo con continuità e successo da anni, dimostrando la sua capacità attrattiva e il suo rilievo nazionale e internazionale.

Oltre alla Abeltino, sono intervenuti anche docenti dell’Ateneo e il rettore Stefano Ubertini che nell’introduzione della giornata ha confermato la centralità degli studi sulla intelligenza artificiale per il futuro della formazione dei giovani.