Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo, dalla prima mattinata di oggi, stanno eseguendo un controllo nei confronti dei dipendenti del Comune di Viterbo, al fine di verificare eventuali assenze ingiustificate dal luogo di lavoro.

L’attività ispettiva in parola si inquadra nel più ampio spettro dei compiti istituzionali di polizia economica e finanziaria a tutela del bilancio pubblico, propri della Guardia di Finanza.

E’ stata sviluppata nell’ambito dell’analisi di rischio denominata Ghost Public Servant ed è il frutto del rinnovo del protocollo d’intesa fra il Corpo e l’Ispettorato per la Funzione Pubblica, con cui è stato definito un ampliamento delle aree d’intervento, in tema, fra gli altri, di verifiche sull’effettiva presenza in servizio dei pubblici dipendenti.

L’azione del Corpo, nello specifico comparto, prevede l’esecuzione di 70 interventi ispettivi sull’intero territorio nazionale, nei confronti di altrettanti enti pubblici selezionati dal Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza, all’esito di un’analisi di rischio che ha vagliato informazioni e dati di dettaglio concernenti le assenze dei dipendenti verificatesi nel 2017.