C’è chi cerca di ridurre il costo dei traslochi a Roma rinunciando all’aiuto da parte di una ditta specializzata e dedicandosi al fai da te. Conviene invece ricordare che alcuni costi si possono ridurre, ma è meglio evitare di fare tutto in autonomia, anche perché gli esperti di traslochi consentono di ottenere un lavoro ben fatto e in tempi brevissimi.

Cosa determina il prezzo da pagare per un trasloco
Basta richiedere un preventivo ad una qualsiasi ditta di traslochi per vere un chiaro elenco di tutte le attività da svolgere. Tra gli elementi che più pesano sul costo finale di certo la distanza da percorrere con mobili e suppellettili è di certo uno dei più importanti; molto conta però anche il volume degli oggetti da spostare e l’eventuale quantità di suppellettili e accessori vari ancora da imballare. Chi si appresta a traslocare può ridurre i costi generali di questa attività cercando di andare a diminuire le varie voci a preventivo; ovviamente la distanza tra le due abitazioni non la si può modificare in alcun modo, conviene quindi agire sul resto.

Diminuire le cose da spostare
Spesso chi si trasferisce in una nuova casa ce l’ha già pronta varie settimane prima dell’effettivo trasloco. Questo è un caso particolarmente fortunato, visto che la nuova casa, già vuota, ci permette di depositarvi alcune delle cose che dovremo trasportare anche con grande anticipo sulla data del trasloco. Nel corso delle settimane sarà quindi possibile cominciare a svuotare alcuni cassetti e stipetti, magari anche smontare qualche piccolo mobile, per trasportare il tutto nella nuova casa. Se tale opzione non è percorribile, conserviamo tutto in cantina, o in una stanza della casa opportunamente svuotata, che fungerà da deposito. Già togliere un 25-30% di ciò che si possiede dai mobili, inscatolarlo e prepararlo per il trasferimento, può diminuire il costo del trasloco.

Concordare le attività con la ditta di traslochi
Ovviamente, prima di cominciare a inscatolare oggetti di vario genere, conviene sempre raggiungere un accordo con la ditta che si decide di contattare per il trasloco. Se si pattuisce una cifra per l’inscatolamento e lo spostamento di ciò che si ha in casa poi non ha più senso dedicarsi a questo tipo di attività, per la quale si deve già pagare. Meglio quindi dichiarare sin da subito il desiderio di alleggerire il lavoro degli addetti ai lavori, in modo da ottenere un preventivo più leggero.

Lasciar fare il lavoro ai professionisti
In fase di trasloco possono capitare piccoli danni a oggetti e mobili; basta una frenata brusca del camion o una scatola che cade per fare dei danni. Chi è del mestiere sa come imballare gli oggetti ingombranti o di forma particolare, allo stesso modo sa come stiparlo sul camion. Queste operazioni conviene lasciarle dare ai professionisti, che per altro hanno anche una copertura assicurativa per eventuali danni a cose o a persone. Anche per il trasporto di oggetti pesanti lungo le scale o su terreno impervio conviene sempre lasciare che siano i professionisti ad occuparsene.

Commenta con il tuo account Facebook