Sul palcoscenico del Teatro Romano di Ferento, allestito dal Consorzio TEATRO TUSCIA per la direzione artistica di Patrizia Natale, per la Stagione Teatrale 2022, è andato in scena uno spettacolo avvincente e carico di significati.

Si tratta de I DUE PAPI, con due interpreti principali di notevole spessore come Giorgio Colangeli (Ratzinger) e Mariano Rigillo (Bergoglio), affiancati da Anna Teresa Rossini, Ira Fronten e Alessandro Giova.

Autore del testo Anthony McCarten, su licenza di Muse of Fire Production Ltd con la traduzione di Edoardo Erba, con le scene di Alessandro Chiti ed i costumi di Vincenzo Napolitano, regia di Giancarlo Nicoletti.

Una produzione di i Due Della Città Del Sole – Associazione Altra Scena -.

Gli spettatori hanno goduto nel vedere un’opera teatrale concentrata essenzialmente sulla nascita del rapporto di Ratzinger con Bergoglio, uno scontro epico, a tratti anche ironico, per due uomini di chiesa che la pensano diversamente, puntualizzando ognuno dal proprio punto di vista la teologia cattolica.

I due attori protagonisti riescono a raccontare il complesso rapporto tra Joseph Ratzinger e Mario Bergoglio avvenuto prima delle dimissioni di Benedetto XVI e della successiva elezione di Papa Francesco nel 2013 con stile e determinazione di ruolo.

A dare completezza al quadro d’assieme hanno contribuito Anna Teresa Rossini nel ruolo di Suor Brigitta la migliore amica di Papa Ratzinger e Ira Fronten nel ruolo di Suor Sofia.

Articolo precedenteMontefiascone, lavori di manutenzione nel Civico Cimitero
Articolo successivoIl Palazzo Altieri nel borgo ideale di Oriolo Romano