Anche il Tavolo per la Pace di Viterbo, di cui fanno parte molte delle maggiori organizzazioni impegnate nel viterbese nel campo della pace, della giustizia e della solidarietà aderisce alla manifestazione lanciata per domani 24 maggio dal movimento internazionale Fridays for Future, sulla scia dell’attivismo della giovane svedese Greta Thunberg e delle mobilitazioni per l’ambiente cresciute in tutto il mondo.

A Viterbo i rappresentanti del Tavolo scenderanno in piazza insieme alle centinaia di ragazzi che hanno aderito a Viterbo, dando vita ad un corteo per le vie del centro che partirà alle ore 9:00 in piazza del Comune.

«Pensiamo infatti che sia fondamentale, adesso più che mai, porre all’attenzione delle istituzioni e dei cittadini le problematiche ambientali denunciate da anni dalla comunità scientifica ed attuare un cambiamento reale in una società che, attraverso il consumo irresponsabile delle risorse, sta causando danni irreversibili al pianeta ed è sempre più concausa di migrazioni forzate e conflitti locali e globali.

Ci uniamo alle preoccupazioni del movimento FFF, che rilancia l’allarme di scienziati secondo i quali abbiamo solo 11 anni per salvare il pianeta dimezzando le emissioni globali di CO2 entro il 2030 e azzerandole entro il 2050, altrimenti il processo del riscaldamento globale diventerà irreversibile.

Per questo saremo anche noi in piazza questo venerdì, invitando governi e cittadini a prendere coscienza su ciò che sta accadendo e trovando soluzioni concrete, sia nel nostro piccolo quotidiano, sia in tema di politiche locali, nazionali e internazionali».

Il Tavolo per la Pace di Viterbo (ACLI, ANPI provinciale, ARCI, AUCS, AUSER, Caritas, Casa dei Diritti Sociali, Circolo della Conoscenza di R.C., L’altro Circolo centro culturale iniziativa omosessuale, Lega Ambiente Lago di Vico, Ass. Mani Unite per un commercio equo e solidale, Ass. Parva casa delle donne, Rete degli studenti medi, Ass. Sans Frontiere, UNICEF, USB Immigrazione, singoli cittadini).