Il gruppo cultura di Io Sono Civico, capitanato da Giuseppina del Signore e formato da Alfonso Antoniozzi, Tiziano Ionta, Paolo Manganiello, Luciano Proietti e Valerio Villani, lancia l’iniziativa “QuaranTEENS, uno scattovirale” destinata a tutti i ragazzi nati tra il 2001 e il 2006 (http://www.iosonocivico.it/progetto-quaranteens.html).

L’obiettivo è molto semplice: trasformare un gesto quotidiano e ormai quasi automatico, come lo scatto di una foto con il cellulare, in un racconto globale che ci racconti il punto di vista delle giovani generazioni sulla pandemia, dal grido di protesta per la rabbia e lo smarrimento all’anelito vitale e combattivo; dal disagio per l’isolamento all’indomabile impulso a reagire attraverso il gioco e la leggerezza (non superficialità), tipici dei teenagers.

I nostri ragazzi hanno molto da dire al mondo e siamo convinti che il linguaggio della creatività sia lo strumento più efficace per comunicare in modo immediato ed incisivo.

Vogliamo che i loro messaggi, lanciati agli adulti e ai coetanei, diventino “virali”, nell’accezione “positiva” della parola, permettendo di riscattare artisticamente questa fase di chiusura e distanziamento.

Le foto che arriveranno all’indirizzo [email protected] saranno successivamente valutate e 12 di queste faranno parte di una mostra di strada che coprirà tutto il territorio cittadino.

Io Sono Civico pubblicherà anche un ebook contenente cinquanta scatti, unitamente ai brevi pensieri con cui gli autori sono invitati ad accompagnare l’invio delle proprie foto.Tutte le informazioni, insieme alla modulistica riguardante le necessarie liberatorie ai sensi di legge, sono reperibili all’indirizzo www.iosonocivico.it.

Articolo precedenteBagnoregio. Dal “Dantedì” l’invito alla speranza del vescovo Fumagalli: “Insieme contro le difficoltà”
Articolo successivoLazio, Lombardi: “Puntiamo su investimenti verdi per Bilancio Green”