VITERBO – Domenica 29 settembre la Compagnia Moai, con la collaborazione di Archeoares, porterà in scena il proprio spettacolo su La Madonna della Quercia all’interno del Museo Colle del Duomo di Viterbo.
La Compagnia Moai, associazione culturale senza fini di lucro basata sul volontariato, si propone di praticare, promuovere e diffondere la cultura e l’arte in tutte le sue forme e, in particolare, offrire l’opportunità di partecipazione ad esperienze culturali mediante produzione e distribuzione di spettacoli teatrali, concerti, mostre, corsi ed eventi di ogni genere. Tale realtà di aggregazione sociale e culturale, nata da un laboratorio teatrale dell’Oratorio della Madonna della Quercia, opera nel comune di Viterbo e in tutta la provincia. Fanno parte della compagnia numerosi professionisti con esperienza pluriennale e interdisciplinare che prestano la loro opera a titolo gratuito, tra i quali Mario Michele Orlandi, Pino Mantuano, Silvio Chiarioni, Enrico Maria Rinaldi, Oriana Allegrini, Bruna Modica Ragusa, Carmela Martire, Daniela Del Pinco, Daniela Modica Ragusa, Franco Domenico Orlandi, Umberto Di Fusco.

Lo spettacolo teatrale, che in occasione della messa in scena del 29 settembre verrà replicato due volte (alle ore 19:00 e alle ore 21:00), racconta la nascita del culto della Madonna della Quercia: da una giovane quercia, in un campo assolato, alla bellissima cattedrale viterbese.
La rappresentazione propone un testo originale della Compagnia Moai, basato sui resoconti storici e le tradizioni tramandate; caratteristica principale è l’uso della tecnica del teatro delle ombre, antica forma di spettacolo popolare diffusa in varie culture, adattata in chiave moderna.
Le parole del racconto si intrecceranno sapientemente con i suoni del tempo e la musica suonata dal vivo da un abile musicista della compagnia.

Il biglietto per assistere allo spettacolo, in vendita presso la biglietteria del Museo Colle del Duomo, ha un costo di 5,00€.
Per avere maggiori informazioni, è possibile contattare i responsabili al numero 3890672580 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica [email protected]