La sezione di Protezione Civile di Montefiascone, avendo recepito lo stato d’allerta emanato dalla sala Operativa della Regione Lazio, da due giorni è impegnata, con un cospicuo numero di volontari, nei boscosi colli nei dintorni di San Martino.

I volontari sono alla ricerca del sig. G. Maravigna, il quale, sfuggendo ad ogni controllo, si è allontanato dalla casa di Cura Villa Immacolata, nella serata di sabato scorso.

La Protezione civile lavora in perfetta sintonia e totale collaborazione sia con i Vigili del Fuoco che coordinano le attività dalla loro sala operativa mobile, sia con le altre organizzazioni, impegnate, come i Carabinieri di Firenze giunti sul posto con un cane molecolare, gli uomini del Soccorso Alpino, La Prociv di Montalto, l’AEOPC di Tarquinia, quella di Montalto che ha operato con tre cani, le due Associazioni FAUL ed AEOPC di Viterbo.
Un grande spiegamento di forze, al fine di ritrovare la persona e restituirla ai propri famigliari ai quali, tutte le Associazioni scese in campo manifestano la loro più totale solidarietà.
Gli ampi boschi della zona sono stati setacciati con estrema attenzione ma nessuna traccia del Maravigna. L’arrivo delle cattive condizioni atmosferiche potrebbero rallentare le ricerche ma tutti gli organismi interessati intendono andare avanti.

È una lotta contro il tempo, c’è in ballo la vita di una persona, nessuno ha intenzione di gettare le armi.

Pietro Brigliozzi