VITERBO – Si sarebbe dovuto svolgere in corrispondenza della Pasqua l’ormai tradizionale evento di donazione sangue organizzato da Ancos Confartigianato Viterbo e Avis Comunale di Viterbo, insieme a MGM Pool, palestra To-Be e As Viterbese, ma purtroppo l’emergenza Covid19 ha stravolto i programmi.
Venerdì 12 giugno, però, potrà finalmente tenersi l’iniziativa “Dona il sangue, regala la vita”: dalle ore 8 alle ore 11,30 l’autoemoteca dell’Avis sarà presente in strada Castiglione 51/A, nel piazzale antistante la piscina MGM, per accogliere i donatori che vorranno partecipare alla raccolta sangue destinata alle necessità dell’ospedale di Belcolle.

L’iniziativa viene realizzata con il patrocinio della Asl e del Comune di Viterbo. Domenica 14 giugno come ogni anno si celebrerà il World Blood Donor Day, la giornata mondiale del donatore disangue istituita nel 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, e abbiamo pensato di celebrarla con un evento donazione che coinvolgesse diverse realtà attive sul territorio – spiega Luigi Ottavio Mechelli, presidente dell’Avis comunale di Viterbo -.

Crediamo sia il modo migliore per onorare questa ricorrenza e per dare un segnale di ripartenza dopo i mesi bui della pandemia, in cui l’attività di donazione al centro trasfusionale non si è certo fermata, ma in cui non abbiamo potuto recarci tra la gente con
l’autoemoteca.

La donazione del sangue fa bene a chi la fa e a chi la riceve – spiega il referente Ancos Confartigianato Viterbo, Rodolfo Valentino -. Donare il sangue è sicuro anche ai tempi del coronavirus, non esiste alcuna controindicazione, anche perché autoemoteca e centri di raccolta sono attrezzati e organizzati per garantire tutte le misure di sicurezza anti Covid-19.

Ricominciamo a vivere, ricominciamo a donare – aggiunge Andrea De Simone, segretario provinciale di Confartigianato Imprese di Viterbo -. Ringraziamo tutti i nostri partner e chiediamo agli amici viterbesi di partecipare numerosi per bissare e anzi superare il buon numero di sacche raccolte a Natale.

Padroni di casa in questa occasione, pronti ad ospitare l’evento nella propria struttura, Gabriele, Matilde e Marinella Mattioli si rivolgono ai loro clienti affinché partecipino numerosi. “Abbiamo riaperto da poco la nostra struttura dopo il lockdown e ci tenevamo particolarmente a ospitare l’autoemoteca dell’Avis per questa giornata speciale – dicono.

Donare il sangue è un gesto di solidarietà e di civiltà, un impegno sociale con la nostra comunità che siamo lieti di assumerci e di promuovere.
La Viterbese da mesi ha avviato un percorso di vicinanza alle iniziative sociali e solidali che si svolgono sul territorio – afferma il presidente Marco Arturo Romano – pertanto non potevamo far mancare il nostro sostegno ad un evento di donazione del sangue. Siamo stati al fianco di Avis e Ancos Confartigianato a Natale e saremo con loro anche il 12
giugno: sono certo che i nostri tifosi accoglieranno il nostro invito e verranno numerosi a donare il sangue.

Il prelievo di sangue è indolore, non dannoso per la salute e assolutamente sicuro perché tutto il materiale usato è monouso. All’interno dell’autoemoteca vengono rispettate le distanze e le misure di prevenzione. La donazione non comporta alcun disagio fisico e il
sangue donato viene riprodotto in brevissimo tempo dal nostro organismo. Per effettuare la donazione è sufficiente essere in buona salute ed aver compiuto diciotto anni.

Per partecipare all’iniziativa del 12 giugno è necessario effettuare la prenotazione ai numeri 0761-237371 e 0761-237394.