Enrico Panunzi

La Giunta regionale ha approvato, con la proposta numero 3982, lo schema del protocollo d’intesa tra Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Ente di governo dell’Autorità d’ambito territoriale ottimale n. 1 – Lazio nord Viterbo, comuni di Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta, Montefiascone, San Lorenzo Nuovo, Valentano, Bagnoregio e Talete Spa, per “l’affidamento della ricognizione, con connessa manutenzione ordinaria e straordinaria, della successiva attività di progettazione e della conduzione operativa del sistema di collettamento ex Cobalb, con esclusione dell’impianto di depurazione ubicato nel Comune di Marta”. “È un’assunzione di responsabilità da parte della Regione Lazio – commenta il consigliere regionale del Pd Enrico Panunzi -.

Ringrazio l’assessore Mauro Alessandri, che ha dimostrato attenzione e impegno per avviare un percorso di risoluzione delle criticità dovute alla cessazione delle attività del Cobalb e di tutela ambientale del lago di Bolsena, che rappresenta un patrimonio naturalistico a livello internazionale e una risorsa economica per la Tuscia, il Lazio e l’Italia. Vengono messi a disposizione 1,5 milioni di euro per le attività di conduzione provvisoria dell’anello, che saranno svolte da Talete fino a quando non saranno completati i lavori di adeguamento del sistema di raccolta e depurazione delle acque reflue. Interventi propedeutici al definitivo trasferimento delle infrastrutture per la gestione alla Talete”.