L’Università della Tuscia nel mondo: il dottor Angelo Mazzaglia del Dipartimento di Scienze Agrarie e forestali in Argentina per parlare di Xylella fastidiosa.

Nell’ambito del progetto “Messa a punto di strategie molecolari per la comparazione di ceppi del batterio Xylella fastidiosa rinvenuti su olivo in Italia ed Argentina” finanziato dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (MAECI), Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, il dottor Angelo Mazzaglia ricercatore del Dipartimento di scienze agrarie e forestali dell’Università degli Studi della Tuscia e responsabile scientifico del progetto, giovedì 22 novembre è stato invitato a tenere un seminario aperto a tutta la comunità scientifica argentina dal titolo “The Olive Quick Decline Syndrome: another global threat by Xylella fastidiosa” presso la Facultad de Ciencias Agrarias dell’Universidad Nacional de Cuyo, Mendoza, Argentina.

Hanno partecipato all’evento docenti, ricercatori e studenti di vario grado della stessa università oltre a rappresentanti dei servizi fitosanitari argentini. In relazione alla comprovata presenza del pericoloso patogeno batterico anche in Argentina, l’intervento ha sollevato notevole interesse nella comunità scientifica locale. In particolare, è stata condivisa l’importanza della comparazione genetica delle popolazioni del patogeno nei due paesi, come previsto dal progetto, ai fini della comprensione e del contenimento della malattia, nel contesto di una proficua collaborazione bilaterale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email