Ore 21, ingresso libero – Evento ufficiale della Rete delle grandi macchine a spalle italiane – Patrimonio Unesco

Domani, 31 agosto, Macchine di Pace – Gran Gala dell’Opera a piazza San Lorenzo. La serata, fortemente voluta dalla sindaca Frontini e dall’assessorato alla cultura e all’educazione del Comune di Viterbo, in sinergia con il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa e GRAMAS – Grandi Macchine a spalla, è patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – Ministero degli Affari Esteri, dalla Regione Lazio, dall’Ambasciata Ucraina in Italia ed è realizzata con il sostegno di ANCE e dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del Ministero della Cultura, in collaborazione con ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio (circuito multidisciplinare regionale di teatro, danza e musica), FICLU- Federazione Nazionale Club per l’UNESCO, Rotary Club International e F.R.A.C.H.

L’evento, da considerarsi uno degli appuntamenti più importanti del tour italiano del Teatro nazionale Ucraino di Dnipropetrovsk (Ucraina), è dedicato a musiche di Verdi, Puccini, Mascagni e Cilea e dei compositori ucraini Lysenko, Mushchyl e Dankevych.

Il concerto – che avrà inizio alle ore 21 – rientra come evento speciale tra le azioni della Rete delle grandi macchine a spalla Patrimonio UNESCO per il progetto “Macchine di Pace”, ideato e sviluppato dal coordinamento diretto da Patrizia Nardi, in sinergia con le comunità e i soggetti istituzionali di Viterbo, Sassari, Nola e Palmi.

L’iniziativa è inserita nell’Almanacco degli investimenti culturali del Comune di Viterbo.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni è possibile contattare il numero 388 9506826 oppure consultare il sito teatrounioneviterbo.it .

Articolo precedenteTorna CioccoFest a Caprarola: cioccolato, artigianato, esposizioni e festa della Castagna
Articolo successivoCorteo Storico Santa Rosa, elenco Figuranti e Boccioli 2022