Don Luigi Fabbri

VITERBO – “In riferimento alle dichiarazioni provocatorie e irrispettose nei riguardi del Vescovo di Viterbo Mons. Lino Fumagalli circa la vicenda della Benedizione alla nuova Sede del PD inaugurata a Viterbo sabato 25 novembre, si precisa quanto segue:

• La Chiesa, pur non intendendo coinvolgersi con alcuna scelta di schieramento politico o di partito, sostiene e incoraggia quanti si impegnano nella politica e hanno a cuore il bene comune.

• Non è, comunque, sua abitudine benedire le Sedi di Partito che, per definizione, sono “parte”, mentre la Chiesa è realtà globale.

• Nel caso specifico della nuova Sede del PD a Viterbo, al Vescovo direttamente non è arrivata alcuna richiesta di Benedizione.

• La richiesta era stata rivolta al Parroco di competenza, il quale, nella sua prudenza e buon senso, ha accolto l’invito proponendo, però, un altro momento, più raccolto e familiare, diverso da quello dell’inaugurazione. La proposta non è stata compresa né accettata.

• La prassi ecclesiale di non benedire le Sedi di Partito mira ad evitare facili strumentalizzazioni, come, nel caso specifico della nuova Sede del Pd di Viterbo, la polemica e le ragioni addotte stanno a dimostrare.

• Il Vescovo di Viterbo è aperto al dialogo e al confronto con tutti e non ha nulla in contrario, qualora lo si ritenga opportuno, di incontrare, anche nella nuova sede del PD di Viterbo, quanti hanno caro il bene di questa nostra Città, che in questo momento non ha bisogno di polemiche e contrasti, ma di collaborazione e impegno da parte di tutti per la crescita e lo sviluppo che, per la sua bellezza e la sua storia, si meriterebbe”.

Don Luigi Fabbri
Vicario Generale della Diocesi di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email