VITERBO – “Il testamento biologico è stato approvato in Consiglio Comunale nel dicembre 2015. Sicuramente da allora giace ben chiuso in qualche cassetto, poiché, come è noto, ai cittadini, non è mai stato reso operativo.

La cosa non ci sorprende affatto, perché lo stesso identico metodo è già stato applicato sia con il registro delle unioni civili sia con il consenso alla donazione degli organi all’atto del rinnovo della Carta di Identità. Entrambe le cose oggi sono operative, grazie alla pressione esercitata a lungo dai cittadini. Oggi, come allora, chiediamo spiegazioni: perché a distanza di un anno dalla sua approvazione il testamento biologico non è ancora esecutivo?

Signor Sindaco e Signori Consiglieri tutti, maggioranza e opposizione, come fate a restare così indifferenti, di fronte a questi che sono chiaramente dei soprusi. Voi approvate e poi il vostro lavoro viene ignorato: che grande considerazione!

Moltissimi cittadini ci chiedono che fine abbia fatto il registro per il testamento biologico, specialmente quelli che hanno firmato la petizione ai nostri banchetti; e oggi ancora di più, dopo la vicenda tragica di DJ Fabo, cui giustamente gli organi di informazione hanno dato grande risalto.

Fateci sapere cosa intendiate fare nel merito, se serve qualche altro migliaio di firme per indurvi a rendere finalmente operativo a Viterbo il registro per il testamento biologico.

Noi siamo prontissimi a fare di nuovo banchetti per parlare con i cittadini della vostra “efficienza”. Avete perso una una buona occasione per fare, almeno una volta, una bella figura davanti alla cittadinanza che dovreste rappresentare. Saluti”.

Franco Marinelli per
“Solidarietà Cittadina”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email