La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Viterbo hanno eseguito un rilevante sequestro
patrimoniale, con decreto emesso dal Tribunale – Misure di Prevenzione di Roma, su proposta del Questore.

L’operazione riguarda diversi beni immobili e mobili e conti correnti per diversi milioni di euro, a carico di un noto esponente collegato a clan malavitosi.