Al teatro Unione nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato Alfonso Antoniozzi, vice sindaco e assessore alla cultura e all’educazione, Rajna Kabaivanska, presidente di giura dell’edizione 2022 del Premio Fausto Ricci, Giuliano Nisi, direttore organizzativo Premio Fausto Ricci e presidente Lions Club Viterbo, Fabrizio Bastianini, direttore artistico Premio Fausto Ricci e Vincenzo Ceniti, console Touring Club Viterbo, è stato illustrato il premio dedicata a Fausto Ricci, baritono viterbese (1892-1964) che nella prima metà del Novecento fece onore alla nostra città con la sua voce, giudicata da Arturo Toscanini grandiosa e di una bellezza incomparabile.

L’”Omaggio” che il Touring Club gli dedicò nel 2012, nel 120° anniversario della nascita, ebbe l’effetto di riproporlo all’attenzione dei suoi concittadini, tanto che un anno dopo, nel 2013, gli venne dedicato un Concorso di canto lirico internazionale che festeggia oggi il decimo anno di attività.

Oggi la presidente della giuria Rajna Kabaivanska, ha voluto sottolineare come oggi bisogna “battagliare” affinché l’opera lirica che susciti ancora consensi e questo premio, che si avvale della direzione artistica del maestro Fabrizio Basianini, ne rappresenta un evidente segnale.

Antoniozzi ha tenuto a precisare che il premio Fausto Ricci di quest’anno è stato messo in atto dall’attività commissariale, per cui il contributo suo come assessore alla cultura dell’amministrazione Frontini è stato marginale in quanto tutto era già stato predisposto.

Giuliano Nisi ha evidenziato come il premio stia riscuotendo un consenso internazionale tant’è che sono giunte oltre 120 richieste di partecipazione ma è stata effettuata una rigida selezione che ha visto alla fine 35 presenze su due settori.

Antoniozzi ha spiegato che il livello artistico della presidente della giuria è una garanzia per la riuscita del concorso canoro. Ceniti, del Touring Club Viterbo, ha voluto ricordare ai presenti che Ricci, negli ultimi anni della sua esistenza, aveva rafforzato il suo rapporto con i giovani spingendoli verso l’amore per il canto e questo interessamento è stato ampiamente ripagato ogni anno da innumerevoli iscrizioni al Concorso da ogni parte del mondo, dovuto anche ai nomi di giurie prestigiose, presiedute di volta in volta da Vip della lirica, come Fiorenza Cossotto, Alfonso Antoniozzi, Desirée Rancatore, Luciana Serra, Fiorenza Cedolin e Josè Carreras.

Lo spettacolo di quest’anno si annuncia stupendo, in quanto la presidente della giuria, il soprano Raina Kabaivanska, ha detto che alla serata finale il 16 ottobre al Teatro Unione di Viterbo il pubblico che sarà chiamato anche ad esprimere il proprio consenso verso i giovani partecipanti godrà di una fantastica serata di musica indimenticabile.

Articolo precedenteEcosantagata Civita Castellana, domani esordio casalingo contro il Villadoro
Articolo successivoBattistoni (Mipaaf): “Approvato decreto a favore del biologico”