In data 21 aprile 2021 il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga fino al 31 luglio p.v. dello stato di emergenza connesso alla situazione sanitaria in atto.

In conseguenza di ciò tutti i titoli abilitativi di polizia, tra i quali ovviamente tutte le licenze di porto di fucile, la cui scadenza sia prevista entro la data del 31 luglio  2021,  sono prorogati di validità fino al 29 ottobre 2021 (novanta giorni successivi alla data di scadenza dello stato di emergenza).

Con lo stesso pacchetto di misure è stato, altresì, stabilito che i documenti di riconoscimento sono invece prorogati di validità fino al 30 settembre 2021.

Tra i documenti di identità e di  riconoscimento vi sono anche i libretti personali sui quali viene rilasciata la licenza di porto d’armi  ed i libretti personali delle guardie giurate, equipollenti alle carte di identità.

Ciò posto, atteso che si verifica in tal modo un disallineamento tra la validità dei predetti libretti (scadenza 29 settembre)  e le rispettive licenze (scadenza 29 ottobre), si rassicura l’utenza che, essendo il titolo abilitativo ancora valido anche dopo il 30 settembre , potrà avvalersene essendo l’identità personale  comprovabile esibendo uno degli altri documenti di identità indicati nel D.P.R. 445/2000.

Si vuole anche raccomandare l’utenza di produrre,  comunque con largo anticipo,  l’istanza di rinnovo del titolo abilitativo perché essendo tutti in scadenza per il 29 ottobre si potrebbero, al contrario, determinare lunghi tempi di attesa nel rilascio degli stessi.

Resta inteso che, salvo ulteriori proroghe dello stato di emergenza, al momento i titoli in scadenza dal 1° agosto 2021 devono essere rinnovati nei tempi previsti.

Articolo precedenteBattistoni: “Il modello BIO italiano fa scuola in tutta Europa. Siamo un esempio da seguire, lo dicono i numeri”
Articolo successivoViterbo, presentazione Mille Miglia 2021