VITERBO – (M.C.) Nuova classifica e nuova discesa per la provincia di Viterbo. L’inchiesta, stavolta è quella de Il Sole 24 Ore ed è relativa alla qualità della vita.

Lo studio del noto quotidiano economico nazionale, prendendo in esame sei determinati macro indicatori (Reddito-Risparmi-Consumi; Affari-Lavoro-Innovazione; Ambiente-Servizi-Welfare; Demografia-Famiglia-Integrazione; Giustizia- Sicurezza-Reati; Cultura-Tempo libero-Partecipazione) ha infatti sancito la discesa, rispetto all’anno precedente, della Tuscia, che passa dal 68° al 73° posto su 110.

Per quanto riguarda il Lazio, meglio di Viterbo fa solo la provincia di Roma, che si piazza al 13° posto; male, invece Rieti (75° posto, ma in netta risalita rispetto al 2015), Latina (77°) e Frosinone (78° posto).

A guidare la graduatoria nazionale cinque province del Nord: Aosta, Milano, Trento, Belluno e Sondrio; chiudono, di contro, cinque realtà del sud: Crotone, Napoli, Caserta, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email