VITERBO – Il prossimo concerto di sabato 25 febbraio all’Università della Tuscia è quantomai​ interessante e godibile sia per la notevole varietà sia per il valore e il fascino delle composizioni in programma.

In esso, infatti, come scrive Mariella Spadavecchia nella Nota di sala, “Lirismo e virtuosismo si coniugano, in questo percorso musicale che va dal tardo Ottocento ai nostri giorni, fondendo la cantabilità del repertorio cameristico vocale al vigore espressivo e alla tecnica esecutiva dei brani strumentali”.

Gli Autori eseguiti sono Pablo de Sarasate, Ernest Bloch, Fritz Kreisler, Franz Liszt, Stanislao Gastaldon, Jules Massenet, Francesco Paolo Tosti, Reynaldo Hahn, Cesare Andrea Bixio e Ennio Neri, Ernesto De Curtis e Ennio Morricone, vincitore dell’Oscar 2016 per la migliore colonna sonora, con i due brani tratti dai film C’era una volta il West e Mission.

I validi interpreti sono il pianista Matteo Biscetti, il violinista Paolo Marchi e il soprano Mariella Spadavecchia.