VITERBO – Alla presenza del sindaco Leonardo Michelini, del Presidente Francesco Serra e dell’Assessore Antonio Delli Iaconi si è svolto sabato 30 maggio il concerto finale della Scuola Musicale Comunale di Viterbo. La prima parte dello spettacolo ha visto la collaborazione con le classi quinte della Scuola elementare Canevari e della scuola elementare di Bagnaia, guidate dalla professoressa Cristina Morelli e dal professor Massimo Bianchini, quest’ultimo anche in veste di direttore, che si sono unite all’Orchestra della Scuola Musicale nell’esecuzione di celebri brani che hanno commosso il folto pubblico dell’Auditorium di Santa Maria in Gradi.

 

Il Maestro Fabrizio Bastianini, Coordinatore della Scuola, ha quindi aperto la seconda parte del concerto con il ringraziamento alle autorità e ai docenti, soffermandosi sulla fondamentale importanza dell’educazione musicale per la formazione dei giovani. Le sue parole sono state seguite dalle acclamate e straordinarie performance degli studenti che si sono esibiti come solisti e in formazione da camera. Un sorprendente e altissimo livello tecnico che si è unito a vibranti interpretazioni per confermare il talento degli allievi e le eccezionali capacità didattiche degli insegnanti.

 

“L’Amministrazione pone particolare cura nel preservare e sostenere questa importante istituzione” ha dichiarato l’Assessore Delli Iaconi nel discorso di apertura. “Molti i progetti che stiamo seguendo, primi fra i quali il rientro della Scuola nei locali storici del Teatro e l’avanzamento della richiesta al Ministero che consentirà il rilascio di titoli accademici. Una seconda Università per la nostra Città”. Viene così confermato anche l’atteso rientro nei locali del Ridotto del Teatro Unione. Parole alle quali fanno eco quelle del Presidente Serra: “la Scuola Musicale Comunale è un tesoro inestimabile e in parte poco conosciuto, che ha dato e dà costantemente lustro alla nostra Città. Una Scuola che non ha solo il pregio di sostenere il talento dei ragazzi che faranno di questi studi il loro mestiere ma anche quello di offrire alle nuove generazioni un’alternativa, una maniera diversa di pensare la vita”.

 

Al termine l’orchestra della Scuola Musicale Comunale diretta dal Maestro Aurelio Iacolenna ha incantato tutti con brani di Bach e Vivaldi. Per l’ultimo brano sono saliti sul palco anche il Coro formato dagli allievi della Scuola, la Camerata Polifonica Viterbese “Zeno Scipioni” e l’Ensemble Vocale “il Contrappunto” nell’esecuzione del celebre “Credo” di Antonio Vivaldi, regalando così l’ultimo spettacolare momento di questo fantastico pomeriggio musicale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email