Al giro di boa il festival di teatro FITA XXIII Premio Città di Viterbo. Domenica 28 ottobre alle ore 18, presso l’auditorium dell’Università della Tuscia (Santa Maria in Gradi, ingresso da via Sabotino) andrà in scena il terzo dei sei spettacoli in cartellone.

L’Associazione Culturale Il Teatro di Roma presenterà “La spallata”, un lavoro di Gianni Clementi per la regia di Salvatore Margiotta. La manifestazione, organizzata dal Comitato provinciale Fita di Viterbo, ha avuto il patrocinio della Provincia e del Comune di Viterbo, della FITA Regione Lazio e si avvale del contributo di alcuni operatori economici locali che hanno creduto nel festival.

“La XXIII edizione, iniziata lo scorso 14 ottobre – ha spiegato il presidente provinciale FITA Bruno Mencarelli – si chiuderà con le premiazioni presso la sala Regia del Comune di Viterbo, il prossimo 2 dicembre alle ore 11,00. Spettacoli che hanno “incollato” sulle poltrone il pubblico viterbese e che siamo certi avranno ancora nel prosieguo validi consensi, all’insegna del divertimento, anche se con qualche punta di amarezza. La Spallata trasporterà lo spettatore nella borgata romana di Torre Angela nel pieno degli anni 1963, dove tra mille contrasti intergenerazionali e di pensiero, i più giovani tenteranno di cavalcare l’onda del boom economico in cerca del riscatto sociale. Una commedia intensa, ricca di umanità, affascinante e straordinaria come solo può essere la realtà, si ride insieme a personaggi veri e credibili che si muovono in un mondo esilarante, imprevedibile, alla ricerca di sogni perseguiti ma inesorabilmente infranti”.

L’edizione 2018 del festival è la seconda dedicata alla memoria di Francesco Mencaroni. Info biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro, soci Fita 6 euro. Info e prenotazioni: 333 3411866.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email