Il Sottosegretario Francesco Battistoni, il senatore Umberto Fusco, il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, e Giulio Marini hanno visitato i 9 campi da tennis illuminati, la piscina pre-olimpica, i nuovi campi di paddle il Bar e il Ristorante presso il Tennis Club di Viterbo.

Gli impianti sono attrezzati con coperture pressostatiche che assicurano durante l’inverno attività costante e continuativa. Per le autorità invitate, prevista anche una  prova dei campi di paddle e l’incontro con le squadre agonistiche del Tennis Club di Viterbo.

All’evento era presente il padrone di casa Fausto Barili che ha sottolineato come il centro sia cresciuto, con degli sforzi economici non indifferenti, secondo le nuove esigenze degli sportivi. In particolare le richieste di campi per il paddle. Inoltre il pubblico sta iniziando a seguire i tornei, i campi si moltiplicano a vista d’occhio. La maggioranza dei circoli tennis si stanno adeguando all’esigenza e ha sottolineato Barili non potevano essere da meno. Per fortuna avevamo spazi e ne abbiamo costruiti due scoperti.

Ma non abbiamo dimenticato certo il tennis, conclude Barili, la nostra squadra è stata promossa stiamo risalendo la china speriamo di tornare ai livelli di un tempo.

Il centro sportivo era animatissimo, durante la settimana vengono svolte attività con bambini che frequentano spazi idonei del centro e la piscina offre loro la possibilità di nuotare in tutta tranquillità.

Battistoni, Marini, Fusco e Arena hanno voluto provare l’emozione del paddle che si pratica con una raccheta particolare. Gli ospiti hanno poi ricevuto un gadget con il logo del circolo che l’anno prossimo festeggerà i suoi primi sessanta anni di vita.

Il senatore Battistoni ha affermato: “Sono passati quasi sessanta anni dalla fondazione del Tennis Club, che fa parte ormai della storia di Viterbo. Oggi ho trovato una struttura molto funzionale, un’attività sportiva ben organizzata ed una squadra agonistica molto forte. Mi auguro che i risultati siano sempre migliori e faccio i complimenti a tutti per come questo circolo è condotto, ho percepito tanto entusiasmo e voglia di crescere”.