VITERBO – Aprono abilmente le auto in sosta con le forbici e cercando di rubare, ma vengono intercettati e tratti in arresto dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura.

Il fatto si è verificato nella serata di ieri, quando gli equipaggi della Squadra Volante, nell’ambito dei servizi di controllo attuati capillarmente dalla Polizia di Stato nel Capoluogo, sono intervenuti in un parcheggio cittadino a seguito di una segnalazione di un individuo che era stato notato aprire le macchine e rovistare nell’abitacolo e nel porta bagagli, per poi allontanarsi a bordo di un’auto.

Gli uomini della Squadra Volante, immediatamente sul posto, riuscivano a bloccare un veicolo che corrispondeva a quello sospetto, con dentro un uomo di 31 anni ed una donna di 23.

Ricorrendone i presupposti, i poliziotti procedevano alla perquisizione personale che permetteva di rinvenire in possesso dell’uomo un coltello. Nell’occasione, la donna veniva vista gettare un oggetto, poi rinvenuto e corrispondente alle forbici usate per aprire le portiere delle auto.

I due venivano quindi condotti negli uffici della Questura, dove venivano avviati i necessari accertamenti.

I riscontri, effettuati anche mediante diverse audizioni testimoniali, permettevano ai poliziotti, coordinati dal Vice Questore Aggiunto Dr. Riccardo Bartoli, di accertare che l’uomo e la donna fossero gli autori dei fatti delittuosi. I due venivano, quindi, tratti in arresto per tentato furto aggravato ed all’uomo veniva anche contestato il possesso di arma impropria.

Prosegue l’intensificazione dei servizi di vigilanza da parte dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico disposta dal Questore di Viterbo, per garantire un accurato controllo del territorio ai fini preventivi.

Commenta con il tuo account Facebook