TERREMOTO DENTRO
Compagnia Fuori Contesto
Scritto e diretto da: Emilia Martinelli
Interpretato da: Tiziana Scrocca
Voce e chitarra: Fabio Amazzini
Scenografie digitali: Luigi Vetrani
Mix video: Stefano Fiori, Daniela Cono
Organizzazione e comunicazione: Silvia Belleggia
Produzione: Fuori Contesto, Hubstract-Made for Art

Il terremoto smuove. La terra trema ma poi si ricompone e si va sempre avanti. In scena una donna, figlia che ci canta il suo papà Vesuvio, il fuoco di lui, la smania di campare, di andare oltre i limiti. Mentre lei, intrappolata dai suoi di limiti, sta ferma e non si muove. Trema, vacilla, ma tiene e non crolla, non cambia, non vive.
Lo spettacolo prosegue il lavoro di ricerca della compagnia sul principio del bilico, del tenersi in equilibrio nella ripetitività delle azioni quotidiane. Terremoto Dentro coglie quel momento, racconta questo salto. Una donna in equilibrio, sul punto di tuffarsi si ferma, non riesce, ha paura, è indecisa. Allora le torna in testa la storia del suo papà disabile, i cui limiti palesi sono stati invece motore di una vitalità sorprendente, imbarazzante a volte agli occhi della figlia, che vive quella disabilità più come sua che come di lui.
Un confronto non facile quello con il padre, a tratti paralizzante, a tratti molla per saltare più avanti. In scena questo dialogo, e a raccontarlo è la figlia che ripercorre la memoria di lui, nel momento stesso in cui il suo corpo trema.
Lo spettacolo nei ricordi di lei è ambientato tra Pozzuoli, durante il terremoto degli anni 80, e Napoli, tra gli anni 50 e 90.
“Terremoto dentro” è qualcosa che va oltre la semplice – si fa per dire – messinscena.
Un vero dramma interiore che, come una lancia, colpisce chi uno di quei terremoti l’ha vissuto sulla propria pelle; non una scossa che procura morti e macerie, ma un tremito in grado di scuotere l’anima fino a stranirla.”
Alessio Neroni, Persinsala

“Terremoto dentro: la miglior visione della vita, raccontata a teatro”
Simona Stammelluti, Sicilia 24ore

“Terremoto Dentro è uno spettacolo di una semplicità disarmante, in termini registici, di prestazione attoriale, ensemble scenico, scenografia e installazioni video. È tutto misurato seguendo un’eleganza che oserei definire naturale.”
Giuseppe Menzo, Unfolding Roma

“Trema la terra, trema la normalità”
Valentina Ersilia Matrascìa
Informazioni utili:
Mascherina ffp2 (senza valvola) e Green Pass rafforzato obbligatori.

Biglietti acquistabili presso il Botteghino del Teatro e su TicketOne.
Biglietti unico: intero 10 € – ridotto 8 €
https://www.ticketone.it/event/terremoto-dentro-teatro-dellunione-14692404/

Teatro dell’Unione
piazza Giuseppe Verdi – Viterbo
La biglietteria del Teatro è aperta dal martedì al sabato con orario 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00.
Aperto anche di domenica, con gli stessi orari, solo in caso di spettacoli o altre attività. Chiuso il lunedì.

Per informazioni
www.teatrounioneviterbo.it
t[email protected]
Tel. 388.95.06.826